C'ERA UNA VOLTA...

IN MEMORIAM: Ian Withcomb

di Davide Donelli

Domenica 19 aprile 2020 è morto Ian Withcomb, ne ha poco fa dato l’annuncio ufficiale Regina, sua moglie, tramite un fan club di Facebook, dopo che la notizia era già trapelata su Wikipedia e in vari post su FB.

Inglese di nascita, viveva da tempo negli States e si sapeva che era malato. Per chi non lo conoscesse, o ne avesse un’immagine un po’ vaga, Ian Withcomb ha una storia tutta da scoprire: ricco di interessi, con una cultura musicale di primissimo piano, ci ha lasciato dischi, canzoni, raccolte di spartiti e libri che testimoniano il suo amore per la musica a 360 gradi e per l’ukulele in particolare.

È stato scrittore, critico musicale, speaker radiofonico, musicista e ricercatore. In sintesi lo definirei un divulgatore, come ho scritto nel mio libro “Saltellando qua e là”, abbinandolo non a caso alla grande May Singhi Breen.

Aveva conosciuto il successo negli anni ’60 raggiungendo le vette delle classifiche Usa col singolo “You Turn Me On”, episodio che amava ricordare con ironia, come fosse un incidente di percorso, lui che con concretezza sapeva tenere i piedi per terra, dedicandosi senza sosta allo studio e alla divulgazione della musica, anche tramite il suo ukulele.

Molti sono i libri da consigliare: ha scritto su Popular Music, Tin Pan Alley, Ragtime, Irving Berlin e molto altro. Purtroppo nessuno di questi è mai stato tradotto in italiano, il suo inglese è molto colto, ricercato e personale, come spesso capita alle persone che hanno sempre da dire qualcosa di originale.

Il suo amore e la sua insaziabile curiosità per la forma canzone lo hanno portato a raccogliere e ripubblicare molte canzoni, che poi riproponeva con gusto ed eleganza anche nelle sue serate al Cantalini’s Salerno Restaurant di Playa del Rey, Los Angeles. Per inciso mi ha sempre divertito l’idea di un inglese che canta e suona il suo ukulele in un ristorante italiano negli Stati Uniti.
Vi suggerisco di consultare la pagina Wikipedia, piuttosto dettagliata, o andare a cercare nel web per curiosare fra le sue raccolte di canzoni, troverete senz’altro qualcosa di interessante. Intanto vi ripropongo una puntata di “Intorno all’ukulele”, una puntata monografica a lui dedicata.

Buon ascolto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *